[Recensione] Geomag il gioco intelligente fatto di bacchette magnetiche e sfere metalliche

Nell’era che tutti i giochi vanno verso l’automazione,l’informatizzazione, e vediamo sempre più bambini armati di tablet, facciamo un passo indietro e parliamo di Geomag, un ritorno al passato con dei giocattoli prodotti dalla ditta Svizzera Geomagworld SA. L’ideatore è Claudio Vicentelli che ne ha depositato il brevetto nel 1998 e poi dato in concessione prima a una ditta Sarda la PlastWood e poi dopo che si sono inclinati i rapporti, passato ad una ditta Svizzera. Googolando poi ho scoperto che la stessa ditta PlastWood sostiene che in sostanza Claudio Vicentelli ha solo copiato un prodotto già esistente in America già da 10 anni prima, i Roger’s Connection®

Per non annoiarvi non mi dilungo con le spiegazioni storiche, ma vi lascio il link alla pagina dei Geomag su Wikipedia e l’articolo di E-Duesse.it sulla presunta copia

Ora basta cenni storici, parliamo del gioco:

 geomag_cover_classic_color_2017 

👍 Pro:

– gioco intelligente che stimola la mente dei bambini STEM Science, Technology, Engineering and Mathematics
– divertimento assicurato per ore e ore viste le infinite possibilità di costruzione
– made in Svizzera (forse anche per questo il prezzo esagerato)

👎 Contro:

– prezzo davvero molto elevato
– la confezione da 75 pezzi permette di costruire davvero poche cose. Servono

L’antagonista magnetico dei Lego, funziona sfruttando il magnetismo. Composto da bacchettine magnetiche con poli magnetici opposti, sfere di acciaio (non magnetiche) e diversi tipi di schermi plastici che si incastrano tra le bacchettine (disponibili in forma triangolare, quadrata o pentagonale)

Il gioco è molto interessante per stimolare i bambini a creare forme solide, o particolari oscillazioni tra bacchette e sfere. Detto questo però a differenza dei lego che conosco da una vita, questi non hanno le confezioni fatte con la logica di avere i pezzi sufficienti per costruire determinate figure, ma semplicemente suddivisi in confezioni piccole medie o grandi, con al’interno le istruzioni con qualche esempio di costruzione, ma i quantitativi di pezzi inseriti non sono pensati per delle figure in particolare, anzi al suo interno troveremo il foglietto illustrativo che ci fa vedere diverse figure, dalle più semplici alle più complesse, con indicato il numero di pezzi necessari, così potremo fare 4 conti di quanti e quali confezioni prendere per riuscire a costruirle. E qui è arrivata la mia delusione, perchè i prezzi sono davvero davvero elevati, e le confezioni piccole non permettono di costruire grandi cose.

Come vedete dalle foto ho avuto la possibilità di provare diverse confezioni e con tutte volevo cercare di costruire qualcosa di veramente grande, ma devo dire che nonostante la grande quantità di pezzi a mia disposizione, le figure più grandi del libretto di istruzioni necessitavano del doppio dei bastoncini, oltre 800 per il pezzo più grande, praticamente bisogna ipotecare la casa per comprare così tante scatole per avere un numero sufficienti di pezzi per farla. Le istruzioni non ci sono per le figure più grandi, ci sono solo per le figure più semplici, così ho improvvisato una mega piramide con la base formata da 5 bacchette.

Considerate che già per fare questa piramide la confezione più grande disponibile

non basta e ne serve più di una. Ribadisco quindi che il prezzo è davvero esorbitante per pensare di fare grandi costruzioni, e sarà più facile ritrovarsi a fare giochini semplici e con pochi pezzi purtroppo.

Questo un video di quello che si riesce a fare con una confezione per esempio:

Questo invece il video promozionale della casa produttrice Geomag:

Ce ne sono di diverse tipologie, che si differenziano per i colori dei bastoncini magnetici, per l’aggiunta di alcuni pannelli plastici su alcune confezioni, e per l’uso di bastoncini grigi con indicata la diversa polarità dei magneti. Vi elenco alcune delle confezioni disponibili tra quelle che ho provato, l’elenco completo disponibile ==> qui

Classic Color:

geomag_cover_classic_2017

Bastoncini colorati, cambiano quantità e colori a seconda della scatola




Geomag Classic Panel:

geomag_cover_classic_panel_2017

Bastoncini colorati, con l’aggiunta di pannellini plastici, cambiano quantità e colori a seconda della scatola




Geomag Classic Pink:

Una versione tutto in rosa dei Classic Panel

Geomag Pro-L:

In teoria versione contenenti magneti più forti e dedicata ai giocatori più ambizioni… in pratica stessa potenza delle altre versioni (vedi foto, sempre 5 sfere in fila riesce a sostenere una barretta, quindi di più potente non c’è proprio un tubo!!! La cosa positiva è che queste barrette indicano la polarità dei magneti rendendo più facile realizzare costruzioni dove è possibile all’occorrenza polarizzare una sfera con più bacchette tutte dallo stesso verso, per trasferire più magnetismo possibile alla sfera. Per esempio quando si vuol fare qualche figura con pendolo sospeso. I coliri di questi bastoncini è grigio per tutte le confezioni.


Conclusioni:

L’unico lato negtivo è il prezzo folle, a parte questo il gioco è molto educativo e stimolante per i banbini e non nego che ha permesso di far divertire anche me per diverse ore

Diegocampy

Recensore e Fotografo per passione...