[Recensione] Libratone Q Adapt On-Ear Cuffie senza Fili Active Noise Cancelling

Scopriamo insieme le Libratone Q Adapt On-ear delle cuffie di ottima qualità costruttiva, bel design, dotate di Active Noise per la cancellazione del rumore, e destinate ad un pubblico esigente che vuole asclotare buona musica in mobilità e vuole farlo scegliendo delle cuffie sovraurali chiuse.

La qualità audio è davvero molto buona, ma mi aspettavo un po’ più di confort nel tenerle addosso per molte ore…

Libratone-Q-Adapt-Cuffie-senza-Fili-On-Earinvece come tutte le sovraurali chiuse provate, dopo qualche ora non resisto più e le devo togliere. Al momento della mia recensione il prezzo di questi auricolari è di 249,00 € sia su Amazon che nello store Libratone. Vi consiglio di tenere d’occhio il prezzo su Amazon, perchè non sarebbe una novità veder variare il prezzo di vendita, quindi vi rilascio il link:

Libratone Q Adapt Cuffie senza Fili On-Ear, Active Noise Cancelling, Nero

in-vendita-su-amazon

La Libratone e il logo dell’usignolo

logo-Libratone

Su ogni cassa acustica di Libratone, trovate un usignolo. Perché un usignolo? Tutto inizia con una fiaba di Hans Christian Anderson sull’imperatore cinese che si innamora della bella canzone dell’usignolo.  L’imperatore perde  interesse quando riceve un uccello meccanico. A tal punto libera l’usignolo.
Anni dopo l’imperatore si ammala e al suo letto di morte l’usignolo ritorna per cantare per lui. La morte si emoziona sentendo il suo bellissimo canto e se ne va. L’imperatore guarisce.
L’usignolo, il nostro tributo al vero suono e al suo potere insuperabile.  Per voi un simbolo di bel design e di audio eccezionale.

Iniziamo come mio consueto  ad elencare i pro e i contro che già vi daranno un’idea di che cosa parliamo, e poi se interessati, non dovete far altro che continuare la lettura.

👍 PRO:

-qualità costruttiva e scelta di materiali eccezionali
– potenza sonora molto elevata
– qualità audio molto buona
– comodi i comandi soft touch per il volume e stoppare la musica
– Ottima stabilità
– isolamento passivo molto buono ( e certo son cuffie chiuse)
– CityMix riduttore di rumore

👎 CONTRO:

– in quanto cuffie chiuse l’alta fedeltà sonora delle cuffie circumaurali aperte scordatevela ma la scelta sta a voi
– subito comodissime, poi dopo un po’ iniziano a dar fastidio perchè premono troppo non riesco a tenerle più di 3 ore purtroppo
– nessuna parte sostituibile, ne l’archetto ne gli auricolari che col tempo si deterioreranno
– sensore di prossimità messo per automatizzare start e stop togliendo e mettendo le cuffie fa più danni che altro, quando le abbasso sul collo partono da sole, meglio spegnerle

IN DUE PAROLE:

Sono sovraurali chiuse e quindi fanno pressione sull’orecchio tendono ad avere una buona pressione sonora, ma non una vastissima ampiezza della scena come hanno le cuffie aperte
Costose, ottimi materiali sia come qualità che come design molto buona la qualità audio (parliamo di cuffie chiuse tenetelo a mente) , deluso dal confort, premono troppo e davvero non riesco a tenerle per molte ore. Anche la chiamata non è poi così confortevole, ma quella è una mia fissa, odio aver le orecchie tappate quando parlo a telefono, anche se queste cuffie in chiamata annullano in parte quell’effetto

CONTENUTO DELLA CONFEZIONE:

– le cuffie bluetooth
– cavo USB micro-usb rivestito in tessuto
– cavo audio doppio jack da 3,5 mm
– astuccio comodo per riporle quando non le usiamo (ma rimane aperto sopra e chiuso con una fascetta magnetica, vedi foto)

TESTATO SU:

– Spartphone Nexus 6P, Nexus 5X, Nexus 4
– PC Windows 10

DESCRIZIONE ESTETICA E MATERIALI:

Libratone-Q-Adapt-Cuffie-senza-Fili-On-Ear

I materiali sono davvero di qualità, dall’archetto rivestito in tessuto nero, che termina con i due perni in alluminio satinato, che possono ruotare ed uscire dell’archetto per permettere una aderenza perfetta con il padiglione uditivo dell’orecchio. Gli auricolari sono dei veri e propri gioiellini, un cilindro rivestito in pelle internamente, ed esternamente completamente in plastica con funziona soft-touch nell’auricolare destro, il logo del cardellino che si illumina all’accensione e 4 puntini luminosi che si illuminano al variare dell’attenuatore del rumore CityMix riduttore di rumore. I tasti fisici sono due uno con cupola concava nell’auricolare sinistro ON/OFF e uno con cupola convessa nell’auricolare destro per regolare l’attenuazione del rumore CityMix. Nell’auricolare di destra troviamo anche l’ingresso del jack delle cuffie, la presa micro USB e il microfono.

PER QUALI USI LE CONSIGLIO?

Solitamente utilizzo le cuffie sopratutto per lo sport (corsa) e in ufficio per ascoltare musica o rispondere al telefono, ma raramente quando sono in giro.
Per correre prediligo le bluetooth ma in-ear, quindi queste che non sono sicuramente pensate per l’attività fisica le trovo ottime per uarle comodamente sdraiati in divano e in giro per casa o passeggiando in città, e durante i movimenti di queste situazioni, per tutte quelle situazioni al di fuori dell’attività fisica, per chi vuole ascoltare si buona musica, ma non cerca l’alta fedeltà sopra ogni cosa, in quel caso consiglio solo cuffie aperte e rigorosamente a filo e non wireless, anche se poi resto dell’idea che 9 su 10 non percepirebbero differenze tra una cuffia e l’altra, un po’ come quando ci sentiamo tutti sommelier quando ci offrono un bicchiere di vino da una bottiglia da 100€

INDOSSABILITA’ E CONFORT:

Le prendiamo in mano e le sentiamo subito solide, ma leggere, le indossiamo ed essendo sovraurali chiuse è normale che premano contro le nostre orecchie. Subito non danno problemi, ma col tempo iniziano a dar fastidio, come tutte le cuffie sovraurali che ho avuto modo di provare. Sicuramente per un uso prolungato meglio dirigersi verso delle cuffie circumaurali. La differenza per fare un po’ di informazione, è che le circumaurali sono grandi e avvolgono l’orecchio senza premerlo, perchè lo racchiudono, mentre le sovraurali, come dice la parola stessa, si posano sopra e quindi è inevitabile che alla lunga diano fastidio, non lo reputo un difetto di queste cuffie, semplicemente una tipologia nel mio caso adatta per ascoltare musica solo per un paio d’ore al massimo, facciamo 3 ma non di più, poi il confort svanisce completamente. E’ per questo che io le uso la sera in divano per fare qualsiasi cosa (audio pc, ascolto musica, ascolto TV)

Libratone-Q-Adapt-Cuffie-senza-Fili-On-Ear-all-aperto-diegocampy

LA PROVA DI ASCOLTO:

La qualità del suono è molto buona per quanto riguarda la musica riprodotta con Spotify o tramite il mio Nas Synology DS214. Il suono è ricco e vigoroso, i bassi hanno un’ottima profondità quello che manca è la profondità della scena che abbiamo invece nelle cuffie aperte come per esempio le Sennheiser HD 599 Circumaurali Aperte per l’appunto. Ma ripeto sono cuffie diverse, se uno si sta direzionando verso una cuffia chiusa, immagino sappia a cosa va incontro no? Io mi limito a ricordarvelo, e mettervi la pulce all’orecchio nel caso invece non conosceste queste differenze, vi consiglio di informarvi bene prima di spendere i vostri soldi rischiando un incauto acquisto.
Torniamo sulle nostre Libratone, come dicevo, cuffie chiuse, ottima pressione sonora dei bassi, ben bilanciate, e frequenze ben definite, gli manca appunto solo la profondità di quelle aperte, ma ne ero consapevole e nel complesso la qualità sonora mi soddisfa appieno.

RIDUTTORE DEL RUMORE CityMix

La soppressione passiva dei rumori dall’esterno data dal solo effetto fisico è buona, essendo cuffie chiuse, già indossandole creiamo un effetto tappo sull’orecchio che ci farà percepire già di suo in maniera minore i suoni provenienti dall’esterno. Una volta accese entra in gioco la funzione attiva di attenuazione del rumore CityMix che per chi non lo sapesse è una tecnologia che grazie al microfono capta i rumori esterni e genera una onda sonora opposta per cercare di cancellare o almeno ridurre questo suono. Tramite pulsante sull’auricolare destro o tramite app possiamo regolare l’attenuazione del rumore da 1 a 4 a seconda della quantità di rumore esterno e di quanto ci vogliamo isolare. Questa riduzione del rumore funziona egregiamente, ho provato anche le Libratone Q Adapt In-Ear destinate esclusivamente ad Iphone ed Ipad, ma l’attenuazione del rumore su quel modello non era neanche lontanamente paragonabile a quella ottenuta su queste On-Ear, davvero mi ha soddisfatto molto.
Tramite app o tramite una gesture (coprendo completamente l’auricolare destro con la mano) possiamo togliere completamente il volume della musica che ascoltiamo e riprodurre i rumori esterni direttamente in cuffia, per togliere o comunque diminuire l’effetto compana di vetro se dobbimo parlare con qualcuno per qualche secondo, o semplicemente vogliamo ascoltare cosa sta succedendo al di fuori delle nostre cuffie.
Una cosa che non mi è piaciuta è che non sia possibile eliminare completamente l’attenuazione del rumore che rimarrà sempre attiva quando le cuffie sono accese, e in situazioni di perfetto silenzio questo si tramuta in un ronzio di sottofondo un po’ fastidioso ma udibile solo a musica spenta.

USO IN CHIAMATA:

Libratone-Q-Adapt-Cuffie-senza-Fili-On-Ear-diegocampyPer quanto riguarda la parte telefonica le cuffie incorporano un microfono di buona qualità, e durante le chiamate automaticamente il microfono ci permette di far arrivare in cuffia anche i rumori esterni, per diminuire un po’ l’effetto ovattato delle cuffie chiuse, cioè si sente bene si ma io odio telefonare con cuffie chiuse, anche se io personalmente odio telefonare con delle cuffie chiuse o in-ear e son sempre costretto a spostare una cuffie aper avere un orecchio libero, mi succede con tutte le cuffie che ho provato.

USO CON CONNESSIONE VIA CAVO:

Libratone-Q-Adapt-Cuffie-senza-Fili-On-Ear-diegocampy-auxAll’occorrenza potete usarle anche collegandole via cavo con il cavo aux di qualità fornito con la confezione, ovviamente la riduzione del rumore non funzionerà se le tenete spente, se le accendete invece anche se non connesse alla fonte che state utilizzando l’attenuazione del rumore sarà lo stesso attiva, ma mi pare un uso poco usuale la connessione a filo con l’attenuazione del rumore attivo, io l’ho provato solo per vedere se funziona, ma non è nelle mie abitudini, le uso principalmente in Bluetooth.

FUNZIONI DEI TASTI CHICCHE E PUNTI CRITICI DI ESSI:

I comandi gestibili dalle cuffie funzionano bene e sono gestiti dalla superficie della cuffia destra con superficie completamente touch, più 2 soli tasti ON/OFF sulla cuffia sinistra e e CityMix sulla cuffia sinistra.

– ON/OFF con l’unico tasto fisico della cuffia sinistra (si accende il logo usignolo) Tenendolo premuto invece si attiva la modalità setup per associare un dispositivo

Durante l’ascolto di musica:
– Per ALZARE e ABBASSARE il VOLUME semplicemente ruotare in senso orario o antiorario un dito sulla superficie esterna in plastica della cuffia destra. Contemporaneamente dei led si accenderanno o spegneranno al volume impostato. Di poca utilità i led essendo che chi le indossa le cuffie non lo vedrà i led, ma fa tanto figo :-).
– STOP della musica premendo con due dita la superficie della cuffia destra(non compatibile in windows
– AVANZARE DI UNA TRACCIA doppio tap a due dita sopra la cuffia destra
– SPEGNERE COMPLETAMENTE L’AUDIO e attivare la modalità HUSH per poter parlare sentendo la propria voce, semplicemente coprendo l’intera cuffia con il palmo della mano
– REGOLARE i livelli di CityMix da 1 a 4 premendo l’unico tasto fisico della cuffia destra

In chiamata:
con un tap si risponde e si riattacca una telefonata, il volume ovviamente ruotando con il dito come prima, e tenendo premuto per due secondi a due dita parte siri o google now a seconda di che dispositivo usiate.

Una cosa che ho pensato fantastica appena l’ho letta, il fatto che ci sia un sensore di prossimità che fa andare in pausa automaticamente le cuffie quando le togliamo e ripartire la musica quando le rimettiamo. In linea teorica tutto bene, ma in pratica quando le tolgo e le poso sul tavolo o le faccio scendere attorno al collo, spesso mi capita che la musica riparta, e questo mi da molto fastidio, pertanto preferisco toglierle.Libratone-Q-Adapt-Cuffie-senza-Fili-On-Ear-sensore-prossimità

L’APPLICAZIONE LIBRATONE:

Scaricando dallo store l’applicazione Libratone, potrete aggiornare il firmware (che mi è stato richiesto in automatico alla prima connessione) e regolare il livello di riduzione del rumore CityMix senza toccare le cuffie ma direttamente dall’app.
Segnalo due cose utili:

1) avere anche la funzione ascolto radio via internet se già non avete la vostra app preferita per ascoltare radio via internet, questa è comoda.

2) vedere la percentuale di batteria residua delle cuffie

PLUS 1 VIA LIBRATONE APP:

E’ possibile tramite l’app condividere con un secondo paio di cuffie Libratone la musica ascoltata e usare una sola sorgente per riprodurre su due dispositivi differenti.

CONCLUSIONI:

Ottimo prodotto multi-pourpose (chiamate telefoniche/ascolto musica). Cuffia stabile e ben costruita! Prezzo veramente alto per questo prodotto e non adatto ad un uso prolungato essendo sovraurali e quindi premono sulle orecchie e alla lunga danno fastidio, ma rimangono un buon prodotto
Se sei arrivato fino a qui nella lettura spero di averti chiarito almeno in parte le idee su questo oggetto, e che tu possa aver capito se fa al caso tuo.
Per qualsiasi altra informazione ti serve ti invito a scrivere un commento alla recensione

Diegocampy

Recensore e Fotografo per passione...