[Recensione] Aspirapolvere Robot Neato D3

Dopo oltre un mese di utilizzo quotidiano, è giunto il momento di parlarvi del Neato D3 un buonissimo aspirapolvere tra i migliori che abbia potuto provare, anche se dopo aver provato il D5, si nota linferiorità di questo D3. Questi aspirapolvere Neato non hanno solo spazzole che girano, ma una vera forza aspirante e un filtro Hepa per trattenere anche i più sottili granelli di polvere. 

Neato Botvac D3 Connected

Neato-Robotics-D304-Aspirapolvere-945-0274-wifi

in-vendita-su-amazon

Ne ho avuti 5 di questi robot in ordine cronologico:

– Samsung Aspirapolvere SR9630 <== link alla pagina sul sito del produttore

di 5-6 anni fa che costava 400€ ma la tecnologia non era ancora così evoluta

Aspirapolvere-samsung-SR9630-ROBOT-Visionary-Mapping


– ECOVACS ROBOTICS DEEBOT SLIM <== link alla mia recensione

ECOVACS-ROBOTICS-DEEBOT-Slim


ECOVACS ROBOTICS DEEBOT M82 <== link alla mia recensione

ECOVACS-ROBOTICS-DEEBOT-M82

Neato Botvac D5 Connected (D502) <== link alla mia recensione

botvac-d5-connected_medium

quindi vorrei dirvi la mia con cognizione di causa.

 

👍 Pro:

  • capacità di pulizia veramente eccezionale, aspira tutto veramente!!!!Non solo spazzole che ruotano. Il migliore mai provato come pulizia insieme al D5
  • programmabile (solo da smartphone)
  • la forma a D permette di avere una spazzola più larga rispetto ai modelli di altre marche
  • monitora le stanze quindi riesce a passare davvero ovunque in maniera ordinata, senza vagare a caso
  • sensore anti caduta per fermarsi prima dei gradini
  • capace di superare gli ostacoli meglio di qualsiasi altro provato (anche troppo a volte, si arrampica)
  • filtro Hepa sostituibile (disponibili anche di concorrenza)

👎 Contro:

  • se non avete una rete wifi a casa non lo potrete sfruttare appieno, non compratelo!
  • non ha il telecomando, serve quindi lo smartphone per azionarlo (oppure dal pulsante direttamente nel robot, ma poco pratico)
  • ogni tanto perde il segnale WIFI e quindi non di riesce ad avviare da smartphone
  • la forma a D lo rende meno agile tra gli ostacoli come ad esempio le gambe delle sedie (tende a far molte manovre per uscire)
  • non ha le barriere elettroniche che gli impediscono di oltrepassare certe zone, come il roomba, ma ha comunque delle fasce magnetiche che fanno la stessa funzione
  • qualche rara volta entra in spazi stretti e non riesce più a uscire e si ferma
  • è talmente propenso a superare gli ostacoli, che a volte nel tentativo di superare dei tubi da 30 mm di diametro si blocca sospeso a mezz’aria se non ha abbastanza spazio dal lato dopo l’ostacolo

 

In breve i fondamentali:

(se non hai voglia di leggere tutta la pappardella)

Neato-Robotics-D304-Aspirapolvere-945-0274

Nonostante il prezzo non proprio abbordabile il Neato D3 è il migliore che io abbia avuto insieme al D5 ma tende a bloccarsi un po’ di più, infatti nella mia fase di test di un mese si è bloccato più di qualche volta, dove invece il D5 si muoveva agevolmente. Il prezzo inoltre del kit con accessori è esageratamente alto, meglio quello senza accessori.

Se hai una rete WiFi lo usi da App, se non c’è l’hai cambia modello, la gestione diviene poco pratica senza un telecomando. Tutto perfetto, pulizia davvero efficiente grazie anche alla capacità di aspirare che altri robot aspirapolvere invece non hanno. Mi ha convinto si, ma appunto costa troppo, preferisco il D5 per:

– rapporto qualità prezzo, funziona meglio

– non si blocca qualsi mai

– la app ha più funzioni in più

Neato-Robotics-D304-Aspirapolvere-945-0274

Contenuto della confezione:

  • n.01 Robot Aspirapolvere Connected Neato D3 D304
  • n.01 Base di ricarica con il suo cavo di alimentazione (2 cavi uno con presa schuko e uno con presa inglese)
  • guida rapida e manuale di istruzioni anche in italiano (sul sito sono disponibili anche i PDF)
  • Spazzola a lama spirale Neato Botvac D Series – 26,00 € sullo store Neato
  • n.02 Filtri Ultra Prestazioni in più oltre a quello montato 29,00 € sullo store Neato
  • Nastro Magnetico Delimitatore Robot Aspirapolvere – 14,00 € sullo store Neato
  • n.02 attrezzo per la pulizia delle spazzole e per tagliare i grovigli di peli che si possono incastrare

Qui la guida rapida in PDF 

Qui il manuale di istruzioni in PDF

Ma gli accessori in più servono? Conviene? NOOO!!!

Se prendete il l kit compreso di acessori avrete in più rispetto alla versione senza accessori:

  • Spazzola a lama spirale Neato Botvac D Series – 26,00 € sullo store Neato

spiral-blade-brush

Che sinceramente anche se diversa io nell’uso quotidiano non ho visto ste grandi differenze di pulizia finale, anzi mi sento di dire che preferisco la spazzola combinata già compresa anche nel modello standard

  • 2 Filtri Ultra Prestazioni in più oltre a quello montato 29,00 € sullo store Neato

ultra-performance-filter_md

Su Amazon si trovano i compatibili a meno di metà prezzo

  • Nastro Magnetico Delimitatore Robot Aspirapolvere – 14,00 € sullo store Neato

boundary-markers_medium

Che io neanche ho srotolato non avendo necessità di delimitare aree e che comunque potrete sempre comperare a parte anche del normale biadesivo magnetico in ferramenta se proprio vi serve

  • n.02 attrezzo per la pulizia delle spazzole e per tagliare i grovigli di peli che si possono incastrare

neato-brush-kit_md

Penso che uno sia più che sufficiente, trovo inutile averne 2, non è soggetto a molta usura questo accessorio

 

Tutto questo per dire che con il kit Neato Robotics Botvac Connected D304 – ULTRA PACK

avrete accessori in più per 69 € ma ai prezzi di oggi pagherete il kit 126,2 € in più, io ve lo sconsiglio vivamente!!! piuttosto prendete quello senza accessori

Neato  Robot Botvac D3 Connected (D301)472,80 €

o se il vostro budget ve lo permette prendete il B01KV1C1D6 Neato Botvac D5 Connected (D502)

La app e le diverse modalità di funzionamento:

La app è l’unico telecomando completo che ci permette di comandare il robot Neato.

Semplice associarla al dispositivo, ma ricordate che dovete avere il WiFi in casa altrimenti non sarà utilizzabile completamente, ma sarà solo possibile avviarlo o fermarlo col pulsante sopra al robot, ma ripeto, sconsigliato l’acquisto se non avete il WiFi in casa.

Queste alcune schermate della app, identiche sia nell’uso con il D3 che con il D5.

Nel D5 oltre alla modalità spot non presente nel D3, troviamo anche monitorati il tempo di utilizzo giornaliero e i mq netti puliti ogni giorno. Sono dati che guarderete la pria settimana e poi non vi interesseranno più, pertanto questa non la vedo come una grande mancanza nel D3.

La app è l’unico telecomando completo che ci permette di comandare il Neato D3

Tramite l’app é possibile avviarlo nella diverse modalità, controllare lo stato della carica della batteria, vedere le statistiche di utilizzo (solo nel modello D5 non su questo D3) e programmare il timer. Utile inoltre che la App ci invia delle notifiche push, quando il robot ha finito di pulire, o quando si blocca lungo il suo percorso e necessità di un aiuto per liberarlo o liberargli la strada.

Non ha tutte le differenti modalità di funzionamento possibili sul D5, ma dopo averle provate tutte sul D5, la modalità automatica si rivela la più semplice e utile, quindi non se ne sente la mancanza

Vi elenco le varie attività:

Modalità pulizia AUTO

Attivabile da app o da pulsante sopra l’aspirapolvere, il robot inizierà a pulire tutta la casa

Programma delicato

Le istruzioni non specificando nulla a riguardo, sembra pulisco con meno foga, ma sinceramente non lo uso mai, se devo farlo pulire voglio che pulisce a fondo.

Timer

Tramite app potrete impostare una pulizia giornaliera automatica ad un orario anche differente per ogni giorno, ma solo una pulizia giornaliera (ma non ritengo sia un problema, 2 pulizie sarebbero superflue).

Disponibili invece sul modello D5 ma non su questo D3 la Modalità pulizia Spot

Attivabile da app o da pulsante sopra l’aspirapolvere, da dove si trova inizierà a pulire una ristretta area e poi si ferma e rimane la immobile finchè non lo riattiviamo o lo spostiamo verso la base. Neanche tramite app si può riesce a farlo tornre alla base, quindi non lo uso mai, preferisco la modalità AUTO, più comoda.

Prima di avviarlo é possibile scegliere anche la modalità doppio passaggio, per passare appunto due volte sugli stessi punti, ma solo in questa modalità spot.

 

Come si presenta il Neato D3

 

Non è sicuramente tra i più belli, in plastica grigio scura salta subito all’occhio la sua forma a “D” a differenza della maggior parte dei robot aspirapolvere che vediamo in giro, che sono rotondi. Questo ha i suoi pro e contro, più larga la spazzola che quindi copre una larghezza maggiore dei competitor, riesce ad arrivare fino agli angoli (quelli rotondi per ovvi motivi faticano a pulire gli angoli) ma per contro è meno snello e tra le gambe delle sedie è meno agile avendo una larghezza piena maggiore.

Molto solido, pesante e robusto, nella parte superiore si nota il disco Botvision™ con tecnologia lasermat che permette di monitorare la stanza per capire come muoversi, il pulsante per accenderlo, 2 led di stato per controllare lo stato della carica ed avvisarci su eventuali errori, e il vano raccolta polvere con il filtro Hepa inserito sul cassettino stesso.

Nella parte inferiore le 2 ruote, con una capacità di escursione nettamente superiore ai competitor (supera ostacoli più alti), la spazzola e il vano batterie. Non é presente invece la spazzolina laterale prese te nel D5 e questa é sicuramente una piccola pecca, anche se devo dire che guardando il risultato finale della pulizia, non noto grandi differenze.

Parliamoci chiaro, come pulisce il Neato Botvac D3
che è la cosa più importante?

Come ho detto il D5 è il migliore che io abbia mai provato, questo D3 é similare come effetto finale, ma tende a bloccarsi con più facilità del D5, ma qua do fa il suo lavoro, la pulizia finale é paragonabile al D5

Pulisce egregiamente davvero!!! Grazie alla spazzola più larga, al suo potere aspirante,, il grado di aspirazione è eccezionale, non solo per pelucchi peli di animale o altro, ma anche per la polvere. Il filtro hepa aiuta a filtrare l’aria, trattenere la polvere e far uscire dall’apposito foro, l’aria pulita. Lo dico e lo ribadisco, il migliore che abbia mai provato come aspirazione

E sui tappeti?

botvac-d5-connected_top_lines_medium

E’ il principale problema di quasi tutti i robot aspirapolvere, ma questo no, sale sui tappeti come fosse un fuoristrada senza il minimo problema. Occhio solo alle frange ovviamente, che tenderebbero ad incastrarsi nella spazzola. Una volta sul tappeto, pulisce che è una meraviglia, le immagini con la quantità di pelo raccolto parlano da sole. Ho un cane che spesso dorme sul tappeto, e pulirlo era un a agonia, ora ho risolto il problema, l’aspirapolvere in automatico passa ogni giorno e tira su tutti i peli senza problemi!

Rumorosità

Forse il più rumoroso che io abbia provato, ma essendo anche il più efficace, lo sopporto volentieri. Siamo sui livelli comunque inferiori di un normale aspirapolvere, ma per intenderci se c’è qualcuno in casa che sta dormendo, io non lo farei funzionare nelle stanze adiacenti, perché potrebbe dar fastidio.

Durata della batteria

botvac-d3-ricarica

Bene ma non benissimo… Un dato che non ho avevo modo di testare con il D5, nel senso che la mia casa di circa 100 mq veniva pulita quotidianamente in automatico senza aver mai avuto bisogno di ricaricare il D5, ma il D3 in questione invece fatica a finirla, si scarica prima, va in carica e poi automaticamente torna a pulire i pochi metri rimasti. Il produttore dice che può pulire fino a 170mq senza essere ricaricato ma non mi pare proprio sia cosi, ma sinceramente non vedo problemi neanche per superfici maggiori perché quando il robot sente di essere quasi scarico ritorna automaticamente e per la strada più corta alla base, si ricarica e poi quando è carico ritorna al punto dove era rimasto e finisce. Ricordate che se lo vedete in carica con la luce blu lampeggiante, vuol dire che si sta caricando, ma non ha finito di pulire, qui di poi ripartirà da solo. Ve lo dico per evitare di fare un infarto sentendolo partire da solo improvvisamente 🙂

Come deambula per casa il Neato D3 ?

Il Neato D3 è un soldato addestrato! Non vaga per casa senza senso come i più economici che ho provato, tramite il sistema Botvision™ con tecnologia lasermat rileva la stanza e poi si mette in moto cercando il percorso migliore, solitamente percorre tratte lunghe rettilinee per poi girarsi e tornare indietro e ripercorrere la stessa linea un po’ più in la, come stesse falciando il prato per intenderci. Tuttavia, la deambulazione é diversa dal D5 che rimango a guardarlo incantato, e sembra dotato di vita propria da quanto è preciso e ordinato nel muoversi in spazi liberi. Questo D3 invece é un po più casino nel muoversi, anche se sempre con un senso logico, e anche lui come il D5 non esce da una stanza finchè non ha finito di pulirla, arriva sotto la porta, la riconosce e torna indietro ed esce solo quando ha finito. Oltre a salire sui tappeti senza problemi, ha le ruote che si alzano talmente tanto che gli permette di superare ostacoli di qualche cm (2-3 al massimo). Per esempio, la brandina del mio cane, ha dei traversi orizzontali a pavimento, in tubo da 2 cm di diametro, e riesce a passargli sopra e a superarli. Questa eccessiva tendenza all’arrampicata a volte è controproducente, perchè in camera ho un appendino con base in tubo del dimetro di 30 mm e avolte cerca di scavalcarlo incastrandosi (su 30 giorni di utilizzo 2 volte si è incastrato in quel punto). In linea di massima sono soddisfatto di come deambula per la casa, basta avere l’accortezza di evitare le situazioni a rischio.

Svuotamento e pulizia del Neato D3

Il cassetto con lo sporco raccolto dal Neato D3 non ci indica quando è pieno (lo indica la app, ma solo con un timer, non rivela realmente quando sia pieno) pertanto io consiglio di svuotarlo ad ogni uso per essere pronto alla successiva pulizia. La rimozione del cassetto è semplice e veloce semplicemente tirando il cassetto verso l’alto. Il cassettino al suo interno ha un filtro hepa che permette di raccogliere anche la polvere più sottile, infatti dentro al cassettino oltre a peli polvere e pelucchi, rimane uno strato finissimo di sabbietta, che non trovavo in nessun recipiente degli altri robot provati, ma solo nel contenitore del mio Dyson per intenderci.

Se si dovessero impigliare capelli o quant’altro, usare la spazzolina in dotazione per liberare la spazzola rotate.

Avvisi luminosi e sonori

I due Led del robot sono:

Led Info “i” e Led batteria “🔋”

Questi si accendono per darci informazioni sullo stato del robot.

Durante l’associazione con la app:

– Blu lampeggiante

lento Il robot è in modalità pairing

– Blu lampeggiante

rapido Associazione con l’app/account Neato

– Blu fisso Associazione eseguita correttamente

(rimane visualizzato per 5 secondi)

– Rosso fisso Associazione non eseguita correttamente

(rimane visualizzato per 5 secondi)

Il led info si illumina di blu fisso mentre è in funzione in modalità auto, e di bianco mentre è attiva la modalità spot. Lampeggià invece quando lo mettiamo momentaneamente in pausa. quando finisce di pulire o lo si ferma volontariamente il led si spegne e parte un avviso sonoro.

Il led batteria invece:

durante la pulizia

– Verde fisso il livello della batteria è normale

– Giallo fisso il livello della batteria è basso. (prima di

poter avviare un nuovo ciclo di pulizia, occorre caricare la batteria)

durante la carica

– Verde intermittente la batteria è in carica e il robot può cominciare la pulizia

– Giallo intermittente è in corso la carica veloce della batteria

del robot. La carica deve essere completa prima di poter cominciare la pulizia

I led Rossi invece fissi o lampeggianti indicano problemi più o meno gravi ma inutile che sto ad elencarveli tutti, sul libretto di istruzioni ci sono scritti tutti dettagliatamente.

Conclusioni

Ribadisco che il Neato Botvac D5 Connected (D502)  è il migliore che io abbia provato fino ad oggi, e questo Neato D3 arriva subito dopo. Se non avete problemi di budget vi consiglio vivamente il D5

in caso contrario prendete il Neato Robotics Botvac Connected senza accessori, che sono inutili e acquistando il kit costa addirittura di più che non comprare gli accessori sfusi.


Se sei arrivato fino a qui nella lettura spero di averti chiarito almeno in parte le idee su questo oggetto, e che tu possa aver capito se fa al caso tuo.

Per qualsiasi altra informazione ti serve ti invito a scrivere un commento alla recensione o a scrivermi una mail, trovi l’indirizzo sul mio profilo.

Diegocampy

Recensore e Fotografo per passione...