[Recensione] Beurer LR 330 purificatore aria con una marcia in più

Cosa cambia da un diffusore di aromi con tante lucine colorate e un soffio di vapore freddo in punta, a un purificatore degno di questo nome? Tutto, e qui vorrei spiegarvelo dettagliatamente per capire cosa vi serve e fare un acquisto sensato, prima di buttare soldi inutilmente. Vediamo insieme questo Beurer LR 330 e capiamo quali sono i suoi punti di forza e le sue peche.

Beurer LR 330

Beurer-LR-330-purificatore

in-vendita-su-amazon

224,96 € il 22/02/2017

👍 Pro:

– un vero umidificatore da 220 ml/h
– filtro combinato (da sostituire ongi 1000 ore)con efficienza nominale dell’85% (Filtro a carbone attivo contro i gas nocivi e gli odori sgradevoli, filtro HEPA E 10 contro particelle quali batteri, virus, acari, pollini e polveri sottili)
– serbatoio di 4,6 litri garantisce una lunghissima autonomia di utilizzo
– funzione timer
– funzione regolazione umidità automatica
– si spegne da solo quando esaurisce l’acqua
– 3 diverse velocità di funzionamento
– pulizia veloce (ma ricordatevi di farla per prevenire cattivi odori e muffe

👎 Contro:

– non è un diffusore di aromi, quindi niente profumatori, peccato davvero!
– prezzo elevato viste le pecche
– purifica si, ma bisogna fidarsi non monitora nulla
– filtro da sostituire ogni 1000 ore (ci avviserà automaticamente quando) ma dove andarlo a comprare e quando costa ancora un mistero…
– rumoroso, di notte anche al minimo si sente il rumore dei dischi che girano
– nessun telecomando

A chi serve

A chi ha un ambiente particolarmente secco che necessita di umidificare costantemente, e con l’occasione approfittarne per purificare un po’ l’aria.

Ma come fa a purificare l’aria e a umidificarla?

Sostanzialmente l’acqua viene aspirata da un fianco, passa per il prefiltro che ferma polveri e peli, passa poi per il filtro a carboni attivi che purifica l’85% dell’aria e poi il flusso si incanala all’interno passando per il fondo pieno d’acqua, dove l’aria si umidifica grazie anche ai dischi semi immersi nell’acqua sempre umidi. In questo modo l’aria risale nella parte superiore e fuoriesce umidificata. Le varie velocità di funzionamento non fanno altro che aumentare la velocità dell’aria e quindi il rumore che fa l’umidificatore

E’ un bel bestione bello grande, che umidifica l’ambiente purificando l’aria che passa attraverso un filtro Hepa e un prefiltro, come ce ne sono tanti in giro.
I filtri come dicevo non hanno un timer interno che al superamento delle 1000 ore ci avviserà che è ora di cambiarlo, ma ancora non si sa dove andarlo a comprare, non c’è su Amazon ne l’ho trovato in internet.

Modalità di funzionamento

Beurer-LR-330-purificatore-display

La cosa più bella è che possiamo lasciarlo in totale autonomia impostare una umidità relativa dell’aria e l’umidificatore si regolerà accendendosi e spegnendosi all’occorrenza, e mostrando sempre sul display l’umidità attuale dell’ambiente. oppure se preferiamo accenderlo e spegnerlo a piacere o accenderlo per un tempo definito fino a 12 ore. Questo è il suo lato migliore.
E’ indicato per ambienti di 35 mq, e provato con la mia stazione metereologica, posso confermare che l’umidità rilevata è corretta ed effettivamente l’umidità della stanza varia nel tempo, in base a come la impostiamo, anche se visivamente vapore non se ne vede praticamente uscire dalle bocchette.

Precisazione sulla capacità di umidificazione

Ci tengo particolarmente a precisare questo, perchè non è così immediato rendersene conto se non con dei sensori che misurano l’umidità dell’aria. Per dirvi con i classici diffusori di aromi che erroneamente li vendono chiamandoli umidificatori, si vede uscire vapore, ma l’umidità dell’aria in ambienti di 30-40 mq non cambia di neanche un 2% neanche dopo ore che funziona, seppur si veda sempre questo filo di vapore fuoriuscire e quindi ci verrebbe da pensare che sta effettivamente umidificando l’ambiente

Manutenzione

Internamente va pulito una volta alla settimana per evitare depositi di acqua morta, muffe e cattivi odori. Basta lavarlo con acqua calda e al bisogno un minimo di detersivi da piatti. Nulla di difficile o lungo da fare, ma è importante farlo per mantenerne l’efficienza.

Conclusioni

Visto il costo valutate bene a cosa vi serve per non fare acquisti errati. Quello che più mi ha deluso è l’impossibilità di poterlo usare come diffusore di aromi. A questo punto potrebbe essere meglio spendere meno di 40€ e prendere un umidificatore più piccolo ma con lo stesso potere umidificante e senza filtro. Ne ho parlato nel mio blog mettendo a confronto appunto vari modelli. Se interessati cerca su google diegocampy diffusore o umidificatore e dovreste trovare l’articolo.
Se sei arrivato fino a qui nella lettura spero di averti chiarito almeno in parte le idee su questo oggetto, e che tu possa aver capito se fa al caso tuo.
Per qualsiasi altra informazione ti serva chiedi pure

Diegocampy

Recensore e Fotografo per passione...