Ricevitore Bluetooth ma a cosa può servire? E quale prendere?

Con un ricevitore bluetooth si possono fare grandi cose in maniera molto semplice se usiamo lo strumento giusto. E a voi, a cosa vi serve? Potete usarlo in auto con la vostra autoradio trasmettendo dal vostro smartphone la musica via bluetooth. Allo stesso modo in casa si può ringiovanire un vecchio impianto stereo sempre trasmettendo dal vostro smartphone la musica via bluetooth. 

Io ne ho provati un po’, e vi vorrei guidare nella scelta di quelli che più mi hanno convinto:

Quale Ricevitore Bluetooth

in-vendita-su-amazon

Cosa ci possiamo fare?

In Auto:

– telefonare usando lo smartphone come sorgente, il vostro impianto dell’autoradio per l’audio e il microfono di questo dispositivo
– ascoltare musica proveniente dal vostro smartphone o altro dispositivo bluethoot
Per farlo necessiterete di:
– una alimentazione USB (se la radio ha l’uscita USB oppure con un caricatore da auto)
– un ingresso AUX con jack femmina da 3,5 mm nella radio

In Casa:

Le stesse identiche cose le potete fare in casa, pensate a collegare il vostro vecchio stereo con ingresso AUX per poter trasmettere la musica dal vostro Smartphone o ad una radio in cucina per poter avere le mani libere mentre cucinate.
Per farlo necessiterete di:
– una alimentazione USB (per esempio un PC oppure con un caricatore da parete)
– un ingresso AUX con jack femmina da 3,5 mm nella radio oppure una connessione RCA sfruttando l’adattatore

 

Inizialmente me ne serviva uno per la macchina e ho acquistato questo:

Mpow Ricevitore Bluetooth Streambot Mini

in-vendita-su-amazon

Ricevitore-Bluetooth-4.0-A2DP-Mpow

10,99 €

 

👍 Pro:

– Ringiovanisce il vostro autoradio aggiungendo un kit vivavoce e una sorgente audio supplementare (il vostro smartphone con musica, youtube, spotify, ecc)
– collegabile con 2 smartphone cotemporaneamente
– Prezzo (il più basso tra quelli che ho provato)
– qualità audio buona
– bluetooth 4.1
– dimensioni compatte e design pulito
– pulsanti per gestire le chiamate, il lettore musicale del vostro smartphone e il volume
– durata batteria 10 ore testate

 

👎 Contro:

– le istruzioni indicano di non usarlo in carica, potrebbe bruciarsi.

Preso inizialmente per poterlo collegare in auto e ascoltare la musica proveniente dal cellulare. Poi ho desistito perché leggendo le recensioni a qualcuno era successo di romperlo utilizzandolo anche durante la ricarica e quindi mi sento di sconsigliare di utilizzarlo finchè è in carica. Anche le istruzioni lo sconsigliano. Detto questo, lo utilizzavo per diverse ore, per poi doverlo spegnere mente lo ricaricavo e non era una soluzione adatta alle mie esigenze. Scomodo anche il doverlo accendere ogni volta che mi serviva

rivelatosi inadatto per usarlo durante la carica, l’ho sostituito con questo:

AUKEY Ricevitore Bluetooth

in-vendita-su-amazon

AUKEY-Ricevitore-Bluetooth

13,99 €

 

che non doveva avere controindicazioni nell’usarlo anche mentre é in carica, ma così non è stato…

 

👍 Pro:

– Ringiovanisce il vostro autoradio aggiungendo un kit vivavoce e una sorgente audio supplementare (il vostro smartphone con musica, youtube, spotify, ecc)
– collegabile con 2 smartphone contemporaneamente
– Prezzo (il più basso tra quelli che ho provato)
– qualità audio buona
– bluetooth 4.1
– dimensioni compatte e design pulito
– pulsanti per gestire le chiamate, il lettore musicale del vostro smartphone e il volume
– durata batteria 10 ore testate

 

👎 Contro:

– effettivamente funziona si in carica, ma sconsigliato, emette un ronzio e inserendo il cavo se già acceso si spegne e dovrete riaccenderlo.
unica cosa da ricordare:
E’ INDISPENSABILE CHE LA VOSTRA AUTORADIO ABBIA UN INGRESSO AUX con jack da 3,5 mm altrimenti non avrete modo di usarlo

 

Non soddisfatto sono passato ad un modello senza batteria che funziona solo se alimentato

AmazonBasics – Ricevitore Bluetooth

in-vendita-su-amazon

AmazonBasics-Ricevitore-Audio-Bluetooth
21,99 €

Nato per l’uso domestico io l’ho preso invece per l’uso in auto, sostituendo il suo alimentatore con uno da auto appositamente modificato con la stessa spina (Alimentazione a 5V 150mA minimo. E con minimo intendo che se il vostro ne fornisce di più non ci son problemi). Il collegamento audio diretto con l’aux-in della macchina e così l’impianto Bluetooth è perfettamente integrato per la parte musicale. Per questo uso non funzionerà invece come un viva voce veicolare, non essendo dotato di microfono e non essendo stato progettato per questo scopo, ma nella mia auto ho già il vivavoce Bluetooth progettato per far solo quello è non lo streaming di musica, il passaggio avviene in automatico al ricevimento di una chiamata.
All’accensione dell’auto si collega automaticamente all’ultimo dispositivo connesso e non serve far altro che far partire la musica dal cellulare (penso sia la fonte principale di musica con Bluetooth che possiamo avere).
Per questo utilizzo veicolare sicuramente la soluzione migliore disponibile a un prezzo così basso.
Segnalo ovviamente che questo veicola solo il segnale analogico, la musica appunto, non vedrete quindi poi nella radio i titoli delle canzoni che state ascoltando. Scontato, ma meglio segnalarlo per evitare false illusioni.

E per finire l’ultimo provato, perfetto in tutto, con un alimentazione usb, facilmente recuperabile, ad un prezzo un po’ più alto:

Bluedio BL Ricevitore Bluetooth

in-vendita-su-amazon

Bluedio-BL-Ricevitore-Bluetooth
29,99 €

Oggi ho la possibilità di provare questo, molto simile all’utltimo che vi ho citato come funzionamento, ma vediamo come si comporta:

👍 Pro:

– Ringiovanisce il vostro impianto stereo aggiungendo un kit vivavoce e una sorgente audio supplementare (il vostro smartphone con musica, youtube, spotify, ecc)
– dimensioni molto ridotte
– compreso un adattatore RCA (comodo oltre al jack da 3,5 mm)
– collegabile con 2 smartphone cotemporaneamente
– qualità audio buona
– bluetooth 4.1 (segnalo che attualmente c’è anche il bluetooth 4.2 ma poco male)
– dimensioni compatte e design pulito

👎 Contro:

– funziona solo se alimentato
– alimentazione con presa USB può essere un vantaggio oppure no, considerate che dovete avere una presa così (anche il caricatore del cellulare va bene) per alimentarlo
– mancano i pulsanti per gestire le chiamate, il lettore musicale del vostro smartphone e il volume
– prezzo molto elevato, il più caro mai visto su Amazon

Contenuto della confezione:

– Audio Ricevitore Bluetooth
– cavo audio con jack maschio da 3,5mm collegato e non estraibile
– connettore Jack femmina + RCA bianco e rosso
– manuale d’Istruzione in diverse lingue tra cui l’italiano

Descrizione:
Sembra una penna USB, molto bello, contatti dorati che fanno solo effetto, non pensiamo di avere qualità da sala di registrazione perchè c’è questa doratura. Si sente bene si, ma evito elogi sdolcinati inopportuni 😉
Il cavo audio è di qualità, non c’è dubbio, forse l’avrei preferito un po’ più lungo per raggiunger posizioni più scomode, soprattutto se usato in casa su stereo senza USB che necessitano quindi di un alimentatore e un filo abbastanza lungo da arrivare agli spinotti RCA.

 

La prova:
Concetti fondamentali! Partiamo da concetti base, stiamo ascoltando musica digitale proveniente probabilmente da uno smartphone che avrà si una buona qualità, ma non ottima per un ascolto purista come potrebbe essere un amplificatore serio con casse o cuffie collegate via cavo, ma penso che se vi affidate a dispositivi bluetooth del genere, siate a conoscenza di questi piccoli limiti.
Dico piccoli perchè sinceramente penso che sia davvero difficile se non impossibile ad orecchio sentire le differenze audio su impianti di qualità media.
Bene, detto questo, per la maggior parte degli usi comuni la qualità è buona, soddisfacente anche a volumi elevati, finchè si usa in spazi ravvicinati senza barriere che possono fare interferenze, non ho avuto nessun tipo di problema.
La qualità audio è molto buona nessuna anomalia da segnalare

Uso in chiamata:
Il dispositivo è dotato di microfono, e quando connesso si sostituirà al microfono del vostro smartphone, permettendovi di ricevere chiamate a mani libere senza toccare lo smartphone. A patto che teniate il cellulare comodo per rispondere e regolare il volume, e il dispositivo bluetooth vicino per sfruttare al meglio il microfono.

 

 

Conclusioni:

Dopo averne provati 4, sono giunto alle conclusioni che è meglio affidarsi a un dispositivo alimentato che non funziona a batteria, per avere un’affidabilità di funzionamento superiore e una buona qualità senza interferenze. Qui effettivamente vale la regola chi più spende meglio spende!

Diegocampy

Recensore e Fotografo per passione...