Amazon potrebbe accettare Paypal

Tutti sappiamo che Amazon non accetta come metodo di pagamento Paypal ma le cose potrebbero cambiare, sembra che Amazon e Paypal siano in contatto e che possa cambiare qualcosa…

Facciamola breve, senza girarci tanto intorno e diciamo cosa c’è da sapere:

L’intervista

Dan-Schulman-ceo-paypal
Dan Schulman

Dan Schulman CEO di Paypal, in un intervista al Bloomberg News dichiara di essere in contatto con Amazon per cercare di trovare un accordo.

Non ci sono dettagli da annunciare, ma Schulman ha detto che i colloqui si sono concentrati su “come utilizzare gli uni degli altri beni per il reciproco vantaggio dei nostri clienti.”

Amazon da sempre ci permette di memorizzare quante carte di credito vogliamo nel proprio account e poi usarle per fare qualsiasi pagamento all’interno dell’ecosistema Amazon, dagli acquisti di prodotti che ci verranno spediti, ad acquisti elettronici di App, libri o musica i formato digitale. Non è mai stato possibile però, utilizzare Paypal come metodo di pagamento, e questo soprattutto al primo utilizzo è una bella seccatura, dovendo inserire i dati della propria carta di credito.

paypalAlcuni dati su Paypal che potrebbero far gola ad Amazon:

 

  • quasi 200 milioni di account attivi
  • 31 transazioni medie all’anno per ogni singolo account
  • Paypal più apprezzato dagli scettici rispetto alla carta di credito
  • Paypal nel 2015 si è completamente staccato da Ebay rivale storico di Amazon

Con questi dati è facile pensare come Amazon potrebbe ampliare le proprie vendite. Non serviva che lo dicesse Paul Condra, analista di Credit Suisse, che il cliente finale potrebbe non vedere di buon occhio dover dare i dati della propria carta di credito ad Amazon.

sconto-di-5e-su-amazonCon Paypal Amazon potrebbe raggiungere quei clienti più diffidenti che appunto non vogliono usare la carta di credito, e inoltre potrebbero esserci anche dei possibili sconti dopo questo accordo. Se siete iscritti a Paypal, avrete ricevuto anche voi nelle newsletter svariati sconti sulle spedizioni o sugli acquisti stessi, che ogni tanto ci propongono per promuovere una nuova azienda che sposa la filosofia del pagamento con Paypal. 

In europa inoltre, dove le transazioni online tramite carta di credito sono inferiori rispetto all’uso di Paypal, potrebbero esserci ulteriori incrementi degli affari.

La separazione di PayPal da eBay, un grande e storico competitor di Amazon, potrebbe essere un punto di forza in più per convincere Amazon ad accettare la corte di Paypal.

Nulla di certo ancora, quindi, ma vi terrò informati se ci saranno aggiornamenti. 

Diegocampy

Recensore e Fotografo per passione…

  • Dino Mammola

    La separazione Ebay / Paypal è più teorica che di fatto. Sono un po’ come due coniugi separati in casa 🙂 Ad esempio la gestione delle contestazioni è sempre in comune anche se dopo il divorzio in certi casi è più incasinata e comunque Ebay propone sempre Paypal come pagamento principale anche in sottoprodotti come Kijijij.
    Amazon potrebbe trovarsi nella situazione di chi si ficca con un partner che continua a vedere il vecchio ex. A meno che non pretenda chiarezza e un divorzio vero.

    • verissimo, ma intendevo divisi come società, prima erano ben immischiati i due, ora son nettamente divisi anche se uno usa l’altro, e sarebbe quello che dovrebbe fare Amazon se si accordano. Credo che ai clienti attuali non cambierebbe molto, le differenze le farebbero ai nuovi clienti secondo me.